Econauta
Isole Kerkennah, Anima Mediterranea
2 - 9 Settembre 2017
 
Vela Viaggi Nomadi
 
Tunisia
Un viaggio itinerante fra le Isole dell’Arcipelago di Kerkennah, Tunisia.
Navigando con le feluche sospinte dalla vela latina come le imbarcazioni dei nostri avi.



In compagnia di esperte guide locali, si veleggerà tra le Isole partecipando
alle tradizionali battute di pesca, come la “Damssa” la pesca a piedi nei bassi fondali,
la “Sharfia” trappola fatta con fronde di palma,
le “Gourgoulette” anforette per la pesca dei polpi, la pesca delle spugne.

Faremo escursioni in mare e in terra, osservando la natura particolare di questi luoghi, dove si trova uno degli habitat naturali più interessanti del Mediterraneo caratterizzato dalla grande escursione delle maree e dalle estese praterie della sempre più rara Salicornia.

Incontreremo tante tracce storiche, come le rovine della mitica Cercina, o i resti dell’insediamento di Annibale sull’isolotto di Grimdi, ove sostò per un breve periodo dopo aver abbandonato Cartagine.

La sera ci accamperemo nei pressi delle nostre feluche e si bivaccherà in tenda nei luoghi più selvaggi e affascinanti dell’Arcipelago.


Ma l’aspetto più entusiasmante delle Kerkennah è la sua gente.
Un popolo che è la sintesi di tutta la cultura, anche genetica, del Mediterraneo.
Gente orgogliosa e fiera della propria identità e fortemente legata alle proprie tradizioni,
ma allo stesso tempo mite e accogliente, aperta al mondo.
Un’identità figlia di un orizzonte aperto sul mare a 360 gradi.



Un viaggio che vuole essere un incontro fra Europa e Africa, nel segno della fratellanza e della consapevolezza che noi Mediterranei siamo un'unica razza bastarda.


Kerkennah è un arcipelago situato a nord della piccola Sirte, al largo della citta di Sfax, in Tunisia.
Dista 18 km dal continente africano (un’ora di traghetto) e 140 km dall’isola di Lampedusa.
Ha una superficie complessiva di 150 km2 e un perimetro costiero di 110 km
ed è abitato da circa 15.000 abitanti.

L’arcipelago è formato da isole disabitate come Grimdi, Er Remandia, Safnou e Charmandia
e le due isole principali Gharbi e Chergui dove risiede tutta la popolazione.
Il centro principale dell’isola è la cittadina di Remla.

Tutte le isole dell’arcipelago sono piatte, il punto più alto è 12 metri sul livello del mare,
il clima è secco e la vegetazione bassa con una grande estensione di palme spontanee,
tanto che Kerkennah è considerata la più grande oasi non irrigata della Tunisia.

Da sempre al centro dei traffici marittimi del Mediterraneo,
la sua storia e quindi le sue genti con le loro tradizioni,
sono una miscela e sintesi della cultura Mediterranea.


I viaggi nomadi di ECONAUTA per definizione non hanno un rigido programma prestabilito. Si viaggia itineranti seguendo una traccia, adattandosi e armonizzandosi con i luoghi e le culture che si incontrano lungo il cammino.